Il Codice Deontologico

L’attività professionale e civile dell’ingegnere è una risorsa che deve essere tutelata e che implica doveri e responsabilità nei confronti della collettività e dell’ambiente ed è decisiva per il raggiungimento dello sviluppo sostenibile e per la sicurezza, il benessere delle persone, il corretto utilizzo delle risorse e la qualità della vita.

Per questo motivo l’Ingegnere deve con costanza migliorare le proprie capacità e conoscenze e garantire il corretto esercizio della professione secondo i principi di autonomia intellettuale, trasparenza, lealtà e qualità della prestazione, indipendentemente dalla propria posizione e dal ruolo ricoperto nell’attività lavorativa e nell’ambito professionale.

E’ dovere deontologico primario dell’ingegnere svolgere la professione in aderenza ai principi costituzionali ed alla legge, sottrarsi ad ogni forma di condizionamento diretto od indiretto che possa alterare il corretto esercizio dell’attività professionale e, in caso di calamità, rendere disponibili le proprie competenze coordinandosi con le strutture preposte alla gestione delle emergenze presenti nel territorio.

Il termine deontologia (dal greco deontos “del dovere” e logos “discorso”) assume il significato di insieme dei doveri e delle norme etico-sociali che regolano l'esercizio delle professioni.

Il primo esempio riconosciuto di codice deontologico risale al cosiddetto “Giuramento di Ippocrate” che stabilisce la necessità di una forte competenza tecnica e dell’adesione a comportamenti moralmente elevati e peculiari della professione medica.

Il sostantivo deontologia è stato proposto dal filosofo ed economista inglese Jeremy Bentham (1748-1832) e con cui egli voleva intendere la filosofia morale che individua e discute i doveri propri delle attività professionali.

Si può dire che la deontologia sia nata come dottrina dei doveri e nel tempo abbia acquisito un significato maggiormente legato all'insieme di norme etiche per sostanziare un codice comportamentale finalizzato ad impedire di ledere la dignità o la salute di chi sia oggetto del loro operato. 

Il termine codice va inteso in senso proprio di raccolta organica delle norme giuridiche che disciplinano una determinata materia.

La professione di ingegnere risulta, così come riconosciuto anche sotto il profilo legislativo, una delle professioni a maggior impatto sociale.

Numerosissime sono le disposizioni di legge che il corpo giuridico utilizza comunemente per regolare l’attività degli ingegneri e definirne obblighi e doveri di fronte al committente o datore di lavoro e nei confronti dell’intera società. 

Nel corso della sua attività è palese l’ampia casistica di problematiche nelle quali può incorrere il professionista ed anche le numerose figure con le quali egli viene direttamente a contatto quali committenti, colleghi, pubblici amministratori ed autorità oltre che la collettività presente e futura, tutto questo richiede che l’ingegnere debba far riferimento a norme che ne indirizzino e ne contengano il comportamento entro un alveo morale atto a garantire che il suo operato possa sempre svolgersi in termini di correttezza e di onestà intellettuale.

Il codice deontologico vuole dunque rappresentare l’espressione di direttive e regole etiche che gli Ordini professionali impongono, oltre corpo giuridico, assicurando la vigilanza sul rispetto di queste regole. 

Sulla base delle riflessioni sopra riportate, tutti gli Ingegneri dovranno attenersi ai contenuti del Codice Deontologico deliberato nella seduta del Consiglio nazionale del 9 aprile 2014, che deriva dall'adeguamento del precedente "Codice Deontologico", approvato il 1 ° dicembre 2006, a seguito dell'entrata in vigore della nuova normativa sulle professioni regolamentate e dei successivi Regolamenti adottati per la professione di Ingegnere.

Il Codice Deontologico dovrà essere rispettato e fatto rispettare da tutti gli iscritti, anche operando al di fuori degli ambiti nazionali al fine di garantire il rigoroso rispetto dei valori di legalità e responsabilità sociale, a tutela della dignità e del decoro della professione di Ingegnere.

Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra politica relativa ai cookie.